Le orchidee dell'Italia nordorientale

Le orchidee dell'Italia nordorientale

Atlante corologico e guida al riconoscimento

La precisa conoscenza delle componenti floristiche e vegetazionali e della loro reale distribuzione sul territorio è condizione essenziale per poter emanare a ragion veduta eventuali provvedimenti di tutela che ne garantiscano la sopravvivenza e la conservazione. Tale conoscenza, particolarmente importante per le entità più critiche e minacciate, deve basarsi su banche dati consolidate e continuamente aggiornate da osservazioni sul campo. Essa è a tutt'oggi lacunosa e, seppur sembri strano, si sa talmente meno sulla effettiva distribuzione delle specie più comuni rispetto a quelle rare e localizzate. Ecco allora la necessità di disporre di mappe che mostrino la reale distribuzione di ogni specie e delle sue varianti.

Il presente atlante, il primo a scala sovraregionale in Italia, tenta di colmare queste lacune in riferimento alle orchidee spontanee nell'Italia nordorientale.
Si fonda su circa 125.000 dati singoli, collezionati da 900 collaboratori e raccolti in 25 archivi, in massima parte privati.
Sono considerate e mappate 89 entità tra specie e sottospecie. Sono censite anche parecchie varietà, forme e ibridi (senza carte distributive).
I dati raggruppati sono circa 24.000 e interessano complessivi 1.481 quadranti (=78,4% di 1.889 totali).

TitoloLe orchidee dell'Italia nordorientale, atlante corologico e guida al riconoscimento
Autori e CuratoriGiorgio Perazza, Richard Lorenz
EditoriMuseo Civico di Rovereto, CIV pubblicazione - ed. Osiride, Rovereto
Anno2013
Pagine448
Dimensioni21x28 cm
Argomento
Botanica
 
Scroll to Top