Monitoraggio ambientale

Monitoraggio ambientale

Il monitoraggio ambientale eseguito dalla Fondazione Museo Civico di Rovereto sul territorio si suddivide in quattro grandi temi:

- monitoraggio della presenza di odori molesti

- campionamento delle polveri sottili

- rilevamento di immagini iperspettrali dei fumi industriali

- monitoraggio di acque e bioindicatori (licheni, zanzara tigre, pozzi)

Nel 1997 ha avuto inizio a Rovereto e nel Basso Trentino il monitoraggio della presenza di Aedes albopictus (zanzara tigre), tramite il posizionamento di ovitrappole nelle zone interessate dalla sua diffusione. I dati raccolti sono stati strutturati in un database, che di ogni ovitrappola riporta la percentuale di positività registrata ogni anno. Attualmente l'area monitorata comprende la Vallagarina, da Aldeno a Avio, e le ovitrappole controllate sono circa 250.

Il contenuto di metalli pesanti nei licheni Xanthoria parietina e Pseudevernia furfuracea è monitorata ogni due anni dal 2014, su 13 stazioni di campionamento distribuite nel comune di Rovereto. I dati riguardano il biomonitoraggio tramite licheni epifiti come bioaccumulatori nelle indagini sulla qualità dell'aria.

 
Scroll to Top