Quando l'arte serviva a curare. Erbari e piante officinali tra arte e scienza

Quando l'arte serviva a curare. Erbari e piante officinali tra arte e scienza

La mostra č prorogata fino al 20 aprile

Quando l'arte serviva a curare. Erbari e piante officinali tra arte e scienza Mostra temporanea -
Le piante officinali e l'uomo. Percorso etnobotanico attraverso i cinque continenti Percorso in città -
Curare con le piante. Conoscenze antiche e sviluppi moderni
Ciclo di conferenze -
I venerdì dell'archeologia. Medicina, Farmacopea e cosmesi nel mondo antico
Ciclo di conferenze -


Quando l'arte serviva a curare.
Erbari e piante officinali tra arte e scienza
Mostra temporanea
Museo Civico di Rovereto
11 luglio-31 dicembre 2007
prorogata fino al 20 aprile 2008

Varietà di forme, cascate di colori e profumi intensi dominano la mostra, frutto della collaborazione tra Aboca Museum di San Sepolcro (AR) e Museo Civico di Rovereto-Assessorato al turismo, che vuole mettere in luce il ruolo che l'arte ha avuto nella divulgazione della scienza, in particolar modo nel campo della botanica medica. L'uomo è stato sempre attratto dalle forme perfette della natura e nel momento in cui le studiava e le catalogava ha desiderato trasporle sulla carta, sia per evitare di confonderle che per riassaporare le sensazioni visive provate con l'osservazione dal vivo. Da questa aspirazione nacquero gli erbari, capolavori di conoscenza e arte, scrigni preziosi del sapere tradizionale legato all'uso delle piante medicinali.

Gli erbari e le stampe mostrano come l'osmosi tra l'artista e lo scienziato realizzasse l'idea del bello, del meraviglioso, dello straordinario, del compiuto, tipiche di un'opera d'arte, all'interno di uno strumento le cui finalità rimanevano però prettamente mediche.
La mostra celebra appunto l'apporto mirato dell'arte alla medicina esaltando l'affascinante tema storico di “Quando l'arte serviva a curare”. Contribuendo infatti ad evitare errori e scambi di piante e favorendo le collaborazioni di studiosi di paesi diversi, l'arte incise sulla qualità e l’efficienza del trattamento terapeutico.

Tra le opere esposte, datate dal XVI al XVIII secolo, spiccano per importanza le tavole dell'Hortus Eystettensis di Basilius Besler, uno dei più rari erbari del primo Seicento, tappa miliare nella storia dell'illustrazione delle piante medicinali ricercate per le proprietà terapeutiche.

Oltre agli antichi erbari sono esposti portaunguenti magnogreci (collezione Paolo Orsi), balsamari di epoca imperiale romana, mortai, ceramiche e vetri da antichi corredi di spezierie, rari reperti che oltre al valore scientifico e naturalistico si distinguono per il pregio estetico e artistico, dalle collezioni di Aboca Museum e del Museo Civico di Rovereto.

La collaborazione tra Aboca Museum e il Museo Civico, cominciata nel 2005, nasce dalla volontà comune di recuperare e di diffondere l’antica consuetudine dell’utilizzo delle piante medicinali e il loro millenario rapporto con l’Uomo. Iniziative come questa mostra contribuiscono alla riscoperta del passato e alla conoscenza e valorizzazione di un sapere antico che permette di progredire nella scienza moderna nel rispetto della natura e della tradizione.

Orari
da martedì a domenica
ore 9-12 15-18
lunedì chiuso
Nel periodo estivo il Museo apre anche
venerdì e domenica sera
ore 20-22

ogni mercoledì di luglio e settembre, visite guidate con servizio di Bus Navetta da Lavarone e Folgaria

Mostra a cura di Aboca Museum
Direzione Anna Zita Di Carlo
Grafica Michelangelo Rossi
Testi Alessandro Menghini
Allestimento Aboca Marcello Bianchi

Esposizione di Rovereto
Direzione Franco Finotti
Curatela scientifica e testi Fabrizio Zara
Coordinamento mostra e Ufficio Stampa Claudia Beretta
Selezione reperti Museo Civico Barbara Maurina
Coordinamento tecnico Marco Nave
Grafica Osiride
Progetto Allestimento Arch. Giovanni Marzari, Gianluca Dossi, AlessioTrentini
Allestimento Falegnameria Alovisi e Rech - Cooperativa Sira – Ditta Pasqualini

Le immagini pubblicate in questa pagina web sono di A.Dardani e P.Gutmann



Le piante officinali e l'uomo.
Percorso etnobotanico attraverso i cinque continenti
Percorso in città
Rovereto
11 luglio - 11 ottobre 2007

Le piante medicinali sono da sempre parte vitale della cultura di tutti i popoli del mondo che in ogni area geografica e da tempo immemore utilizzano il mondo vegetale quale fonte di medicamenti.

L’iniziativa sviluppata da Aboca e dal Museo Civico di Rovereto in occasione della mostra 'Quando l'arte serviva a curare' desidera divulgare – mediante un approccio etno-botanico - lo stretto legame che da sempre unisce le piante e l’uomo, con riferimento sia al loro utilizzo sia alla differente percezione delle specie vegetali all'interno delle molteplici società umane.

Cinque aiuole tematiche con piante significative dei cinque continenti sono visitabili in un itinerario tematico attraverso il centro città, con il supporto di una breve guida (disponibile in italiano o in inglese e reperibile gratuitamente al Museo Civico o in APT) che ne spiega proprietà e caratteristiche. Nel viale del Mart, davanti a Palazzo Alberti, si trova l’aiuola con le piante caratteristiche dell’Asia, nel cortile del Museo Civico l’Africa, nel giardino dell’Ostello l’Oceania, l’Europa in Largo Posta (nel giardino del condominio Casa Grande al Fratten, quello del Fiorista ‘La Serra’, accessibile al pubblico) e le Americhe in Piazzale Orsi, sotto gli stendardi, con piante anche rare e che naturalmente sono rappresentative di ciascuno dei continenti. Tutti i punti sono corredati da pannelli esplicativi.

All’interno di questo percorso etnobotanico si possono scoprire alcune peculiarità delle piante, come la morfologia, le proprietà e gli usi tradizionali tipici dei diversi popoli, che alla luce delle moderne indagini hanno trovato e trovano ampia giustificazione e conferma scientifica divenendo i moderni preparati fitoterapici. Con questa iniziativa si vuole contribuire ad aumentare la sensibilità verso il patrimonio botanico ed umano, bene di tutta l’umanità.

Il percorso è ideato da Massimo Mercati - ABOCA
i testi sono di Fabrizio Zara e Alessandro Menghini.

Una ulteriore aiuola richiama sinteticamente il percorso etnobotanico anche nel Comune di Folgaria, presso l'Hotel Alpino. E appunto sulla base della consolidata collaborazione tra Museo Civico di Rovereto e Comune di Folgaria, ogni mercoledì di luglio e agosto a partire dal 18 luglio uno specifico bus navetta porterà a Rovereto turisti e abitanti degli altipiani per visite guidate alla mostra Quando l’arte serviva a curare e al percorso etnobotanico Le piante medicinali e l'uomo. Le visite guidate saranno gratuite per gli abbonati al museo e a prezzi scontati per i possessori della card degli altipiani.

- VISITE GUIDATE CON SERVIZIO DI BUS NAVETTA DA LAVARONE E FOLGARIA -
Programma
ogni mercoledì di luglio e agosto a partire dal 18 luglio
su prenotazione

- ore 8.30 partenza da LAVARONE
- ore 9.00 FOLGARIA Hotel Alpino
- ore 9.30 ritrovo presso il MART a ROVERETO
- Visita guidata del percorso etno-botanico Le piante medicinali e l'uomo
- Visita guidata della Mostra Quando l'arte serviva a curare. Erbari e piante officinali tra arte e scienza al Museo Civico di Rovereto
- Degustazioni gratuite a cura del consorzio Rovereto Incentro
- ore 12.30 partenza per Folgaria da piazzale Orsi a Rovereto

Costi
Gratuito per abbonati al museo
euro 3,60 intero
euro 2,50 possessori card altipiani
euro 1,50 ragazzi dai 6 ai 15 anni
gratuito fino a 6 anni

Anche gli abitanti di Rovereto potranno prenotare la visita privata. Il biglietto è reperibile al Museo Civico e la partenza è al MART alle ore 9.30. Gratuito per gli abbonati.



Curare con le piante
Conoscenze antiche e sviluppi moderni

Ciclo di conferenze
Museo Civico di Rovereto - Sala Convegni
21, 28 settembre, 12, 19, 26 ottobre e 9 novembre 2007 - ore 20.45

in occasione dei quarant'anni delle Farmacie Comunali di Rovereto

Museo Civico di Rovereto
Società Museo Civico Rovereto
Azienda Multiservizi Rovereto
Aboca. Erbe e Salute

21 settembre | La fitoterapia in farmacia. L'evoluzione della cura con le piante. Dalla pratica d'uso alla cura consapevole - Emanuela Gerola

28 settembre | Arriva l'inverno. Come ci può aiutare la natura? Prevenzione e cura - Emanuela Gerola

12 ottobre | Fitoterapia generale. L'esempio di Aboca: dalle piante officinali in coltivazioni biologiche ai processi di produzione - Paolo Infortuna

19 ottobre | Gli erbari farmaceutici. Un esempio trentino: l'erbario Zucchelli - Fabrizio Zara

26 ottobre | Piante officinali: dalla ricerca al prodotto. Un esempio concreto: il sonno - Paolo Infortuna

9 novembre | Il soggiorno del conte di Cagliostro a Rovereto (autunno 1788): curiosità, note ed appunti - Edoardo Tomasi


Domenica 7 ottobre | Per i quarant'anni delle Farmacie Comunali ingresso gratuito al Museo Civico
ore 16.45 Spettacolo al planetario | ore 20.45 Visita guidata alla mostra e proiezione del film Acque minacciose
Qual è il legame tra le acque australiane e i moderni laboratori di medicina che cercano di sconfiggere le malattie?



La Società del Museo Civico di Rovereto presenta
I VENERDÌ DELL'ARCHEOLOGIA
Ciclo di conferenze
Museo Civico di Rovereto - Sala Convegni
16, 23, 30 novembre e 7 dicembre 2007 - ore 20.30

MEDICINA, FARMACOPEA E COSMESI NEL MONDO ANTICO

16 novembre Umberto Tecchiati
La medicina nella preistoria e nella protostoria: malattie, cure, demografia

23 novembre Barbara Maurina
Cosmesi e bellezza nel mondo romano

30 novembre Carlo Andrea Postinger
Scienza e magia nella medicina medievale

7 dicembre Augusta Festi
Note di medicina e farmacopea nell'età bizantina: il trattato ginecologico di Metrodora


Info

Museo Civico di Rovereto
B.go S.Caterina, 41
38068 Rovereto TN
T +39 / 0464 439055
F +39 / 0464 439487
museo@museocivico.rovereto.tn.it
 
Scroll to Top