Donazione Eugenio Da Venezia (edizione 2008)

Donazione Eugenio Da Venezia (edizione 2008)

Giornata di Studio


Fondazione Querini Stampalia
Onlus

Fondazione La Biennale di Venezia
Archivio Storico per le Arti Contemporanee

Museo Civico di Rovereto


Donazione Eugenio Da Venezia
Giornata di studio
Rovereto, Museo Civico
giovedì 11 dicembre 2008, ore 10-17

a cura di
Giuseppina Dal Canton

in collaborazione con:
Comune di Venezia
Assessorato alla Produzione Culturale

Dipartimento di Storia delle Arti Visive e della Musica
Università degli Studi di Padova

Contributo Regione del Veneto

_______________________________
Presentazione

Torna il consueto appuntamento annuale dedicato al pittore veneziano Eugenio Da Venezia organizzato dall’ASAC-Archivio Storico delle Arti Contemporanee della Biennale di Venezia, dalla Fondazione Querini Stampalia di Venezia e dal Museo Civico di Rovereto.
L’appuntamento, a cura di Giuseppina Dal Canton, è per giovedì 11 dicembre 2008 alle ore 10 presso il Museo Civico di Rovereto.

Il progetto delle giornate di studio "Donazione Eugenio Da Venezia", nato nel 1990 ad opera della Fondazione Querini Stampalia, ha avuto dal 2001 la collaborazione del Museo Civico di Rovereto e dal 2004 quella dell’ASAC-Archivio Storico delle Arti Contemporanee della Biennale di Venezia.

Sarà presentato nell'occasione il Quaderno n.17 della Donazione Eugenio Da Venezia, contenente gli Atti dell'edizione 2007 della Giornata di studio, che si aggiunge alla collana editoriale fin dall’inizio affidata alla cura di Giuseppina Dal Canton e Babet Trevisan.

_______________________________
Programma

- ore 10 -

Laura Lorenzoni
Esempi liberty nella provincia di Rovigo: i cicli murali di Crocetta e Bellombra

Nicoletta Boschiero
La stagione caprese di Depero attraverso la collezione di Gilbert Clavel

Ettore Merkel
Arte sacra negli anni Venti: Guido Cadorin e gli artisti al concorso nazionale per la nuova Pala di san Venanzio Fortunato nel duomo di Valdobbiadene

Stefania Portinari
Pier Angelo Stefani e l’arte a Vicenza fra le due guerre, con confronti con la situazione veneziana attorno a Da Venezia

dibattito

- ore 14.30 -

Daniela De Angelis
Riflessi di arte del Novecento in “Rosso Veneziano” di Pasinetti

Elena Scantamburlo
I manifesti e la grafica della Biennale tra le due guerre

Lia Durante
Arte italiana fra le due guerre nel Fondo Artistico della Biennale

Paola Pizzamano
Milena Milani, artista e protagonista nel secondo dopoguerra

Valeria Motta
Arte e politica della cultura nella rivista «Comprendre», 1950-1983.

dibattito

_______________________________
Storia e descrizione del Fondo Da Venezia
Il pittore Eugenio Da Venezia (Venezia, 1900-1992) è stato uno dei protagonisti dell'arte veneziana tra le due guerre del Novecento.
Nel 1989 ha donato alla Fondazione Querini Stampalia un fondo di opere e un patrimonio destinati ad un progetto di riscoperta dell'arte figurativa veneziana del suo tempo e in particolare degli artisti, Carlo Dalla Zorza, Fioravante Seibezzi, Marco Novati, Aldo Bergamini, Mario Varagnolo, Juti Ravenna, Neno Mori e Luigi Scarpa Croce, suoi amici e sodali, con i quali formò "il gruppo di Palazzo Carminati".
Il fondo d'arte donato da Eugenio Da Venezia, costituito da venticinque propri dipinti e cinque di Novati, Mainella, Bergamini, è stato poi arricchito dai suoi eredi e da altri generosi collezionisti, con altre opere del Maestro, oltre a dipinti e disegni di Marco Novati, Juti Ravenna, Neno Mori, Mario Varagnolo, Carlo Dalla Zorza, Armando Tonello, Eugenio Da Venezia, Pieretto Bianco e Gigi De Giudici.

Biografia di Eugenio Da Venezia
Eugenio Da Venezia (1900-1992) si forma presso l'Istituto d'Arte dei Carmini di Venezia. Nel 1921 frequenta per breve tempo i corsi di Ettore Tito all'Accademia di Belle Arti. A questo periodo risale una serie di studi anatomici eseguiti da De Venezia, con Marco Novati, presso la sala di anatomia dell'Ospedale Civile di Venezia.
La Fondazione dell'Opera Bevilacqua La Masa gli concede uno studio, dove con gli amici-colleghi (Carlo Dalla Zorza, Fioravante Seibezzi, Marco Novati, Aldo Bergamini, Mario Varagnolo, Juti Ravenna, Neno Mori e Luigi Scarpa Croce) forma il gruppo "dei pittori di Palazzo Carminati". Tale gruppo propone una pittura di ascendenza post-impressionista, eseguita en plein air, a contatto diretto con la natura e sull'esempio dei primi espositori di Ca’ Pesaro.
Da Venezia espone dal 1925 al 1950 alle mostre annuali della Bevilacqua La Masa. Partecipa inoltre alle principali esposizioni del periodo. Intraprende anche l'attività di cartonista per mosaici.
Nel 1932 è ammesso alla Biennale. Al 1934 risale l'incontro con Pierre Bonnard alla Biennale di Venezia, che gli fornirà nuovi stimoli. Grazie all'incontro con il Duc de Trévise soggiorna frequentemente a Parigi, dal 1935 al 1938, dove ha modo di esporre le proprie opere.
Alla Biennale del 1937 partecipa con cinque dipinti e ottiene vari riconoscimenti con la sua pittura leggera, fondata essenzialmente sul colore steso in modo libero. Il massimo riconoscimento lo raggiunge nel 1940 con la sala personale alla XXII Biennale. Dal 1941 insegna all'Istituto d'Arte e poi dal 1947 all'Accademia di Belle Arti.
Nel 1954 vince il primo premio per la realizzazione della decorazione in mosaico per il Palazzo dei Lavori Pubblici di Genova.
Muore a Venezia, nel 1992.

Dall'atto di donazione di Eugenio Da Venezia, rogato in Venezia il 17 aprile 1989
“...la donazione Eugenio Da Venezia ha lo scopo di favorire una giusta valorizzazione in campo nazionale ed oltre della generazione di artisti che operò a Venezia negli anni 1920-30 (Da Venezia, Dalla Zorza, Seibezzi, Novati, Bergamini, Varagnolo, Ravenna, Mori, Scarpa Croce, ecc.) e della loro pittura...
Sarà costituito un fondo con il quale la Fondazione Querini Stampalia bandirà dei concorsi o assegnerà borse di studio intese a studiare e documentare la pittura veneziana del periodo indicato (anni 1920-1930).
In particolare curerà, attraverso studiosi e storici dell'arte, l'archiviazione e la pubblicazione di materiale vario (soprattutto foto) riguardante detta pittura, curando in particolare l'edizione di uno o più volumi sulla storia dell'arte a Venezia in questo secolo, affidandone la redazione ad esperti in grado di valorizzare la generazione nata alla fine dell'Ottocento o all'inizio del Novecento, cioè appunto la generazione coetanea ad Eugenio Da Venezia.”

_______________________________
Info

Fondazione Querini Stampalia
Onlus
Santa Maria Formosa
Castello 5252, Venezia
tel. 041 2711411
fax 041 2711445
museo@querinistampalia.org
www.querinistampalia.it

Fondazione La Biennale di Venezia
Palazzo Querini Dubois
San Polo 2004, Venezia
tel 0415218711
asac@labiennale.org
www.labiennale.org

Museo Civico di Rovereto
Borgo S. Caterina 41, Rovereto (TN)
tel 0464439055
museo@museocivico.rovereto.tn.it
www.museocivico.rovereto.tn.it

 
Scroll to Top