progetti

Una collaborazione interistituzionale per analizzare e divulgare la vita e le opere degli illustri cittadini roveretani Paolo Orsi e Federico Halbherr


Un prezioso momento d'incontro

In occasione del centocinquantesimo anniversario della nascita del celebre archeologo Paolo Orsi, avvenuta a Rovereto nel 1859, il Museo della sua città, in collaborazione con con l'Accademia Roveretana degli Agiati, ha organizzato presso Palazzo Alberti la mostra "Orsi, Halbherr, Gerola. L'archeologia italiana nel Mediterraneo" (2 ottobre 2009 - 30 ottobre 2010). L'esposizione era dedicata all'opera di Orsi e di altre due fondamentali figure di studiosi di storia e archeologia di origine roveretana, quella di Federico Halbherr e di Giuseppe Gerola.
L'evento ha costituito un prezioso momento di incontro tra ricercatori da anni impegnati nell'analisi della figura e dell'opera dei tre archeologi e un punto di partenza per uno studio esaustivo, finalizzato alla divulgazione, degli archivi di Paolo Orsi e Federico Halbherr, conservati presso le istituzioni roveretane.


L'idea di collaborare per riordinare gli archivi

Fino a oggi è mancato un progetto organico che prevedesse la documentazione e lo studio complessivo del materiale degli archivi roveretani di Orsi e Halbherr, eseguito da specialisti che pur occupandosi di ambiti diversi potessero agire in stretta collaborazione gli uni con gli altri. Un progetto ambizioso, che mira a realizzare un lavoro organico non solo di studio, ma anche di divulgazione del materiale fotografico e documentario appartenente al Museo Civico (oggi Fondazione), alla Biblioteca Civica e all'Accademia degli Agiati, a tutt'oggi in gran parte inediti e in attesa di un riordino.


L'analisi e la divulgazione di tutto il materiale di Paolo Orsi e Federico Halbherr presente negli archivi roveretani

Obiettivo primario di questo progetto è quindi l'analisi di tutto il patrimonio esistente nei fondi del Museo Civico, della Biblioteca Civica e dell'Accademia degli Agiati, e la successiva registrazione dei documenti: 
creazione di una raccolta bibliografica, identificazione dei soggetti fotografici, trascrizione dei documenti autografi, analisi e commento del contenuto di lettere e manoscritti, e infine acquisizione digitale di tutto il materiale fotografico e cartaceo, edito e inedito.


Acquisizione e schedatura nuova corrispondenza inedita di Paolo Orsi

Nel 2013 la Fondazione Museo Civico di Rovereto ha acquisito 57 faldoni contenenti la corrispondenza privata dell'archeologo, circa 8000 lettere cedute all'ente dagli attuali discendenti di Paolo Orsi , che si riteneva finora dispersa. Si tratta di parte della corrispondenza ricevuta dall'archeologo roveretano fra il 1881 e il 1932. Anche grazie ad un nuovo bando Caritro (sviluppato fra il 2015 e il 2017) è stata avviata la schedatura, l'inventariazione e la pubblicazione dell'epistolario inedito di Paolo Orsi. Migliaia di nuove lettere inedite aggiornano ed arricchiscono gli archivi on-line visibili anche da questo portale tematico. 

____________________________

I progetti di ricerca 
'Ordinamento, valorizzazione, divulgazione degli archivi Halbherr-Orsi dell'Accademia degli Agiati, del Museo Civico e della Biblioteca Civica di Rovereto' (2009-2010)
'Schedatura, inventariazione e pubblicazione dell'epistolario inedito di Paolo Orsi' (2015-2017)
che hanno permesso la realizzazione di questo sito
sono stati sostenuti e finanziati dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto

Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto